BLOG - Una Barbie per Natale

Una Barbie per Natale

Eccoci qui, mancano pochi giorni a Natale, uno dei periodi più magici dell’anno.
Avendo una sorella di tre anni più grande il segreto di Babbo Natale mi fu presto svelato.
Ricordo il preciso momento, eravamo a casa della nonna, all’ingresso, io una nana con il caschetto castano chiaro e gli occhi neri, mia sorella una bambina alta e decisa, anche lei con caschetto e frangia piena, il suo però castano scuro e gli occhi color miele. Chissà perchè a nostra madre piaceva così tanto farci tagliare i capelli in quel modo. Due bambine di tre e sei anni dai colori e i caratteri totalmente opposti.
"Guarda che Babbo Natale non esiste!".
"Ah...e i regali?"

Negli anni continuai imperterrita a scrivere letterine e imbucarle nella cassetta della posta e far finta di crederci agli occhi dei miei genitori, perchè si insomma bisognava pur reggere il gioco. Qualcuno in fondo doveva sapere cosa desideravo per Natale, Babbo o non Babbo.

Adoravo le Barbie, avevo una cesta di vimini letteralmente piena di queste perfette bambole di plastica dura, case, macchine, moto, aereo, cavalli…Avrei potuto giocarci per ore, forse per giorni senza mai smettere!
Le mie letterine erano abbastanza monotone, la parola chiave era Barbie. Certe volte per diversificare inserivo qualche pupazzo o gioco in scatola, ma poi alla fine non ci giocavo mai.

Quando ero bambina non vedevo l’ora della mattina di Natale per scartare i regali, era ancora buio quando correvo in camera dei miei genitori per svegliarli, e puntualmente mi chiedevano di aspettare almeno il sorgere del sole! Così passavo ore e ore a fissare i regali impacchettati seduta per terra.

Crescendo il mio entusiasmo la mattina di Natale non si è affatto affievolito, in realtà nemmeno quello per le Barbie ma ora sarebbe strano se chiedessi a qualcuno di regalarmene una.
Ho capito una cosa però: è meglio aspettare che tutti si sveglino la mattina seduta su una comoda poltrona stile Chester!

Prodotti:
Poltrona Chester

una barbie per natale
Poltrona stile Chester in pelle lavorata a mano.
Il marchio proviene da una cittadina inglese chiamata Chesterfield. Il primo divano in pelle Chesterfield è stato realizzato per l’allora conte della città. La particolarità è la lavorazione capitonné rifinita con bottoni. I braccioli e lo schienale hanno la stessa altezza, questa è una della caratteristiche di questo divano.
Si ritiene che sia stato Phillip Stanhope, la 4 ° Conte di Chesterfield a commissionare il primo divano in pelle chesterfield.

una barbie per natale